01 Dicembre 2016 - 18 Gennaio 2017
Vo(l)to di donna, Camera dei deputati, Sala della Regina, Palazzo Montecitorio
VO(L)TO DI DONNA
Sala della Regina - Palazzo Montecitorio
Camera dei Deputati
1 dicembre 2016 – 18 gennaio 2017

Tra le macerie e le miserie lasciate dalla dittatura e dalla guerra, non si aggira un fantasma, ma una energia nuova, una forte voglia di ricominciare. Per le donne è iniziata una stagione eccezionale che le porterà, il 10 marzo 1946 quando viene emanato il decreto relativo alle “Norme per l’elezione dei deputati all’Assemblea Costituente”, ad essere finalmente incluse nell’elettorato attivo.

Alla Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, dal 1 dicembre 2016 al 18 gennaio 2017, Vo(l)to di Donna (promotori la Fondazione Bellisario, la Fondazione Nilde Iotti e Artisticamente, con il contributo di Enel e Banca d’Italia), nata dal progetto di Graziella Falconi e curata da Silvia Pegoraro con Graziella Falconi e Anna Carla Merone, è un tributo alle celebrazioni per i 70 anni del voto alle donne in Italia.

Ospite della Camera dei Deputati, la mostra è dedicata alle donne fino ad allora sempre state sotto la podestà di un maschio, padre o marito, che rischiavano il licenziamento se volevano sposarsi, che a parità di lavoro ricevevano un salario inferiore a quello degli uomini e che anche all'interno della famiglia non godevano di parità.

Per loro, che finalmente poterono scrollarsi di dosso moniti e minacce e finalmente scegliere di far rappresentare e vedere realizzati i loro desideri di emancipazione, i loro ideali, le loro aspettative, la mostra prodotta e organizzata da MetaMorfosi presenta un’ottantina di opere divise in tre sezioni che offrono al visitatore una panoramica dell’immaginario delle donne e sulle donne che ha accompagnato la storia italiana del Novecento.
Il progetto espositivo si snoda in tre sezioni precedute da un’approfondita introduzione dei fattori socio-politici che portarono al voto delle donne, a cui segue l’esposizione di una rappresentativa selezione di opere d’arte del Novecento.

Presenti in mostra molte opere di uomini che fecero della donna l’oggetto della propria arte: Umberto Boccioni, Renato Guttuso, Ardengo Soffici, Giacomo Manzù, Carlo Levi, Pino Pascali, Giovanni Boldini, Tano Festa, Arturo Martini, Giacomo Balla, Piero Pizzi Cannella, Mimmo Rotella, Mario Schifani e Mario Sironi, sono solo alcuni tra gli straordinari autori presenti a Palazzo Montecitorio con le loro creazioni. Alle opere di donne, che con la loro carica innovativa e il potere dirompente della rinnovata vena artistica rinnovarono il panorama artistico del Novecento, è dedicata la seconda sezione: Giosetta Fioroni guida il gruppo al femminile, affiancata da nomi straordinari come Carla Accardi, Paola Gandolfi, Benedetta Cappa Marinelli, Marilù Eustachio, Pippa Bacca e moltissime altre.
Il percorso si conclude con una sezione dedicata a sedici artiste straniere di fama internazionale scelte per il valore sia estetico sia socio-politico del loro lavoro. Sono le “nuove italiane” arrivate da Venezuela, Iran, Georgia, Senegal, Libia, Argentina, Ucraina, Sudan, Spagna, Australia, Germania, Tunisia, Cina, Giappone, Stati Uniti d’America, che giorno per giorno si confrontano con il nostro Paese e la sua eredità culturale.

Mostra: Vo(l)to di donna
sede: Roma, Palazzo Montecitorio, Camera dei Deputati, Sala della Regina
apertura: 1 dicembre 2016 – 18 gennaio 2017
inaugurazione: 1 dicembre 2016 ore 12,00
Promozione e organizzazione: MetaMorfosi
Promotori: Fondazione Bellisario, Fondazione Nilde Iotti, Artisticamente
Sponsor ufficiale: Enel
Con il contributo di: Banca d’Italia, Fondazione Guglielmo Giordano, Fondazione Hruby, (Fondazioni Generali), (Regione Lazio), Listone Giordano
Sponsor tecnici: Montenovi, Rotas
Media partner: (La Repubblica), ArteMagazine
16 Settembre 2016 - 05 Febbraio 2017
Versus. La sfida dell'artista al suo modello in un secolo di fotografia e disegno- Palazzo Santa Margherita Modena
Inaugura venerdì 16 settembre 2016 alle ore 19.00 alla Galleria Civica di Modena Versus. La sfida dell'artista al suo modello in un secolo di fotografia e disegno a cura di Andrea Bruciati, Daniele De Luigi, Serena Goldoni. 
In mostra fotografie e disegni di 125 artisti che ripercorrono gli ultimi cento anni della storia dell'arte, dal 1915 al 2016: accanto ad opere di molti tra i protagonisti del Novecento, punto di riferimento irrinunciabile per le successive generazioni, provenienti dalle raccolte della Galleria civica e da importanti collezioni pubbliche e private, saranno esposti lavori di artisti emergenti, nati tra il 1979 e il 1990, realizzati espressamente per l'occasione e che entreranno a far parte della collezione del museo.
Il concept della mostra propone una declinazione del tema “agonismo” come analisi dei processi evolutivi dell'opera d'arte nel corso dei decenni. Ogni artista infatti prende le mosse da alcune fonti di ispirazione in direzione di un tentativo di superamento dei modelli che lo hanno preceduto: il progetto espositivo è imperniato sulla tensione che da qui si genera, anche a distanza, grazie a un confronto privo di competizione fisica diretta, ma non meno intenso e faticoso. L’artista si sottopone dunque a disciplina, sforzo interiore, impegno intellettuale e professionale per affrontare ciò che si materializza come un vero e proprio alter ego.
Una sfida costruttiva e continua con se stessi e i propri pregiudizi culturali per una rilettura incessante di una tradizione, indagata nel confronto dialettico.
Artisti in mostra: Claudio Abate, Marina Abramovic & Ulay, Vito Acconci, Vincenzo Agnetti, Adriano Altamira, Franco Angeli, Stefano Arienti, Eugéne Atget, Olivo Barbieri, Gianfranco Baruchello, Gabriele Basilico, Enrico Baj, Joseph Beuys, Irma Blank, John Bock, Alighiero & Boetti, Marcel Broodthaers, Günter Brus, James Lee Byars, Pier Paolo Calzolari, Giorgio Ciam, Mario Ceroli, Giorgio Colombo, Mario Cresci, Roberto Cuoghi, Hanne Darboven, Gino De Dominicis, Filippo De Pisis, Giuseppe Desiato, Walker Evans, Corrado Fanti, Tano Festa, Giosetta Fioroni, Franco Fontana, Lucio Fontana, Joan Fontcuberta, Jochen Gerz, Mario Giacomelli, Sol Lewitt, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, Luigi Ghirri, Ralph Gibson, Paolo Gioli, Claudio Gobbi, Paul Graham, Giorgio Griffa, Jay Heikes, John Hilliard, Christian Holstad, Axel Hütte, Paolo Icaro, Mimmo Jodice, Marcello Jori, Jirí Kolár, Ketty La Rocca, Sergio Lombardo, Urs Lüthi, Renato Mambor, Tancredi Mangano, Robert Mapplethorpe, Lucia Marcucci, Carlo Maria Mariani, Eva Marisaldi, Amedeo Martegani, Paolo Masi, Eliseo Mattiacci, Duane Michals, Robert Morris, Davide Mosconi, Otto Mühl, Floris Neusüss, Hermann Nitsch, Luigi Ontani, Dennis Oppenheim, Luciano Ori, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Claudio Parmiggiani, Ico Parisi, Pino Pascali, Luca Maria Patella, Giuseppe Penone, Lamberto Pignotti, Bernard Plossu, Anne e Patrick Poirier, Concetto Pozzati, Enrico Prampolini, Emilio Prini, Man Ray, Rosangela Rennó, Mimmo Rotella, Thomas Ruff, August Sander, Mario Schifano, Rudolf Schwarzkogler, Toti Scialoja, Gianni Emilio Simonetti, Mario Sironi, Aaron Siskind, Vivan Sundaram, Aldo Tagliaferro, Wolfgang Tillmans, Roland Topor, Davide Tranchina, Franco Vaccari, Luigi Veronesi, Gillian Wearing, Minor White, Michele Zaza.
Artisti chiamati a realizzare opere ispirate ai temi della mostra: Paola Angelini, Thomas Braida, Nicolò Bruno, Elia Cantori, Luca De Angelis, Matteo Fato, Andrea Grotto, Rachele Maistrello, Davide Mancini Zanchi, Filippo Minelli, Lorenzo Morri, Paola Pasquaretta, Barbara Prenka, Agne Raceviciute, Sulltane Tusha, Lorenzo Vitturi.

Versus. La sfida dell'artista al suo modello in un secolo di fotografia e disegno
a cura di Andrea Bruciati, Daniele De Luigi, Serena Goldoni
sede Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103, Modena
periodo 16 settembre 2016 – 5 febbraio 2017
organizzazione e produzione Galleria civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale e Attività Culturali Le Arti Tessili e ARS Movendi ES Logistica Firenze.
orari mercoledì-venerdì 10.30-13.00 e 15.00-19.00; sabato, domenica e festivi 10.30-19.00. Lunedì e martedì chiuso.
orari in occasione del festivalfilosofia venerdì 16 settembre dalle 9.00 alle 23.00, sabato 17 dalle 9.00 all'1.00, domenica 18 dalle 9.00 alle 21.00
ingresso gratuito   
informazioni Galleria civica di Modena, corso Canalgrande 103, 41121 Modena
tel. +39 059 2032911/2032940 - fax +39 059 2032932
www.galleriacivicadimodena.it

04 Aprile 2014
NUOVO ORARIO DI APERTURA ARCHIVIO FRANCO ANGELI
IL MARTEDI' DALLE 10.30 ALLE 17.30
11 Dicembre 2012
Decalogo per l'acquisto di opere d'arte contemporanea
La commissione nazionale italiana per l'Unesco invita a far tesoro del decalogo contro l'incauto acquisto messo a punto dai Carabinieri dei Beni Culturali e dagli esperti della Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma. Si tratta di semplici consigli da tener presente quando si desidera comperare un'opera d'arte contemporanea.
- Verificate sempre che l'opera sia corredata da certificati di autenticità o provenienza.
- Acquistate con fattura o scontrino con descrizione dell'opera.
- Prima dell'acquisto, verificate l'autenticità del certificato presso l'artista, l'archivio o il soggetto autorizzato ad archiviare le opere.
- Controllate la corrispondenza tra foto autenticata ed opera originale.
- Rivolgetevi a venditori inseriti da anni sul mercato, preferibilmente che abbiano avuto rapporti stretti con l'artista.
- Diffidate di expertise fornite da persone che non abbino titolo a farlo e rivolgetevi pertanto a Fondazioni, Archivi ed Esperti con titoli accademici.
- Diffidate dell'"affare".
- Informatevi sull'opera dell'artista e sui riferimenti accreditati di quell'artista.
- Seguite il mercato e le quotazioni.
- Evitate intermediari non facenti parte del settore ufficiale.
27 Maggio 2011
COMUNICAZIONE ARCHIVIO FRANCO ANGELI- PASSAGGIO DI PROPRIETA' PER OPERE ARCHIVIATE
L’Archivio Franco Angeli invita i gentili collezionisti, in caso di cambio di proprietà delle opere archiviate, a comunicare all’Archivio i dati dei nuovi proprietari, in vista di future mostre e pubblicazioni.
27 Maggio 2011
COMUNICAZIONE ARCHIVIO FRANCO ANGELI- PUBBLICAZIONE SUL SITO DELLE OPERE ARCHIVIATE
Si comunica ai gentili collezionisti che desiderano veder pubblicate le loro opere archiviate, a inviare immagini  di tipo professionale ad una risoluzione di 72 dpi, per la pubblicazione tra le opere del sito.